Venerdi 13 gennaio è stato il giorno perfetto per assistere alla serie più sfortunata di tutte: Lemony Snicket’s A Series of Unfortunate Events.
8 episodi visti uno dopo l’altro e che mi sono gustato dal primo all’ultimo sfortunato minuto.
Ecco per voi, una breve recensione su A Series of Unfortunate Events!

a9f4e689569e4d34a2450da3117160f6_1e3b011cc8f44431b3cbe3ec485c088a_header

Klaus, Violet e Sunny Baudelaire sono tre fratelli rimasti orfani di entrambi i genitori in seguito ad uno sfrotunato e misterioso incendio che ha ridotto in rovina la loro lussuosa dimora.
È proprio da questi tragico evento che inizia la successione di eventi sfortunati che portano i tre giovani fratelli ad affrontare avventure che mai avrebbero immaginato!
Una serie di sfortunati eventi che prenderanno il via dallo spietato Conte Olaf, uomo insolito e sinistro a cui verranno inizialmente affidati i tre orfani Baudelaire i quali, capiranno presto, che il Conte è solo un imbroglione che cerca di ottenere la prosperosa eredità della famiglia Baudelaire. L’uomo farà di tutto per ottenerla e inseguirà i tre fratelli ovunque durante le loro sfortunate avventure.
Serpenti e rettili. Case sull’orlo del precipizio (letteralmente e non in senso figurato) e laghi ricchi di sanguisughe. Segherie e controllo mentale. Queste sono alcuni degli sfortunati eventi che i giovani Baudelaire dovranno affrontare.
Un inventrice, un lettore e una morditrice come potranno sopravvivere ad un’infanzia così pericolosa all’insegna del malvagio Conte Olaf (o Stephano, o Captain Sham o Yessica Haircut)?

a-series-of-unfortunate-events-netflix-best-series-670x331

Se c’è una cosa che non sopportavo più, era l’attesa per questa serie! Da grande fan dell’omonimo film del 2004, la notizia di un adattamento televisivo di A Series of Unfortunate Events è stata bomba per me, specialmente dopo aver scoperto che la serie sarebbe stata una serie TV firmata Netflix!
Avevo alte aspettative da questa serie e, posso dire, che sono state ampiamente soddisfatte.
Ho visto tutti e 8 gli episodi il giorno di uscita ed è stata una maratona fantastica perchè ciò che questa storia fa è qualcosa di unico. ASOUE unisce il divertimento alla malinconia, unisce il semplice al mistero. Rappresenta una storia per ogni età che, però, ha temi maturi i quali, come già detto, vengono rappresentati e racconti in modo mai noioso e mai banale.
Un elogio, in particolare, per Neil Patrick Harris e per le sue interpretazioni. Qualunque fosse il personaggi da interpretare, Neil è riuscito ad entrare benissimo nella parte. Dall’accento italiano del dottor italiano Stephano alla più femminile Shirley. Rivederlo, poi, anche se non direttamente, con Cobie Smulders (Robin in How I Met Your Mother) ha reso il tutto ancora più sorprendente. Personaggio di Cobie Smulders che, inoltre, riserverà molte sorprese.
Se proprio devo trovare un punto a sfavore, avrei preferito meno effetti speciali ad accompagnare la storia ma, tutto sommato, non rovinano assolutamente il susseguirsi della storia.

series-of-unfortunate-events-olaf-neil-patrick-harris

Che dire, dunque, per terminare questa recensione? Semplicemente: grazie Netflix!
Una storia divertente, ricca di colpi di scena e ricca di grandi attori e attrici che, a mio parere, hanno fatto tutti un ottimo lavoro. Dalla piccola Sunny, mio nuovo personaggio preferito, al malato dottor Poe.
A Series of Unfortunate Events è ciò di cui si aveva bisogno per iniziare al meglio questo anno!

image

LASCIA UN MiPiace ALLA PAGINA FACEBOOK: LetsTV.
SEGUI LA PAGINA SULL’ACCOUNT TWITTER:@LetsTVofficial

A presto!

dAvide

(Visited 115 times, 1 visits today)

Comments

  1. Il mio personaggio preferito e’ stato il magnifico , i bellissimo , il talentatissimo Conte Olaf <3 , la serie senza di lui non avrebbe avuto senso e comunque " Che senso ha pagare per vedere un film quando esso si puo guardare tranquillamente dal divano a casa"

Comments are closed.